Raccolta Medicinali (Progetto FARMACO AMICO)

 

farmaco amico www

 

Centro Raccolta farmaci - CopiaDa diversi anni esiste un gruppo di volontari della Caritas diocesana che si riunisce periodicamente per organizzare farmaci da distribuire a persone bisognose. Questo servizio ha diverse sfaccettature che caratterizzano sia il momento della donazione che quello della distribuzione.
Chi li consegna spesso è un congiunto o un parente di una persona che è venuta a mancare e che non necessita più di cure. Chi li prende in carico è un gruppo di persone che valuta ciascuna scatola in base al corso di validità e la classifica per principi attivi.
Chi li riceve sono persone bisognose di cure assistite dalla Caritas di Bucarest (Romania) dove è possibile distribuire farmaci. Come si può notare c’è un certo circolo virtuoso che mette in relazione offerente e destinatario del farmaco; passando per l’opera di questi volontari che garantiscono questo passaggio ed evitano sprechi molto significativi.
Recentemente è stato siglato un accordo tra HERA e Caritas Diocesana per potenziare questo servizio in forma collaborativa. Di seguito riportiamo l’articolo con cui questi volontari realizzeranno il progetto FARMACO AMICO che troverà sede operativa in una casa collocata in località Gambellara (Ra).

Recuperare e riutilizzare i farmaci non scaduti : ora, grazie anche al progetto  sperimentale fra Hera e Caritas Diocesana di Ravenna-Cervia  (FARMACO AMICO), questo sarà possibile. Un progetto che favorisce un utilizzo appropriato dei farmaci, aiutando da una parte chi è più in difficoltà e dalla'altra limitando la produzione di  rifiuti. I farmaci  dovranno essere  in corso di validità e potranno essere depositati in appositi raccoglitori nelle farmacie o presso la sede della Caritas di Ravenna.
I farmaci raccolti poi, verranno lavorati da un gruppo di volontari, e usati in progetti Farmacia Bucarest - Copiache la Caritas segue all'estero, perché al momento la legge italiana non consente il riutilizzo delle medicine sul nostro territorio. In particolare verranno inviate  alla Caritas di Bucarest, e distribuiti dalla loro farmacia sociale, sotto il diretto controllo medico a persone indigenti che non hanno possibilità di acquistarle.
Le  medicine potranno comunque essere  inviate  in altri Paesi su precise richieste.
I principi attivi più richiesti sono: antibiotici, vitamine,mucolitici, dermatologici (creme).
Nel circuito del riutilizzo dovranno essere inseriti solo  farmaci  in corso di validità in perfetto stato di conservazione con la scadenza perfettamente leggibile.
Gruppo volontari Farmaci

 

Nelle foto:

-il centro di raccolta farmaci a Gambellara

-il gruppo della farmacia sociale della Caritas di Bucarest assieme a Daniela Biondi

 

 


 

 

Daniela Biondi
tel 0544/212602 - fax 0544/213133
email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.



Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4

Da diversi anni esiste un gruppo di volontari della Caritas diocesana che si riunisce periodicamente per organizzare farmaci da distribuire a persone bisognose. Questo servizio ha diverse sfaccettature che caratterizzano sia il momento della donazione che quello della distribuzione.

Chi li consegna spesso è un congiunto o un parente di una persona che è venuta a mancare e che non necessita più di cure.

Chi li prende in carico è un gruppo di persone che valuta ciascuna scatola in base al corso di validità e la classifica per principi attivi.

Chi li riceve sono persone bisognose di cure assistite dalla Caritas di Bucarest (Romania) dove è possibile distribuire farmaci.

Come si può notare c’è un certo circolo virtuoso che mette in relazione offerente e destinatario del farmaco; passando per l’opera di questi volontari che garantiscono questo passaggio ed evitano sprechi molto significativi.

Recentemente è stato siglato un accordo tra HERA e Caritas Diocesana per potenziare questo servizio in forma collaborativa. Di seguito riportiamo l’articolo con cui questi volontari realizzeranno il progetto FARMACO AMICO che troverà sede operativa in una casa collocata in località Gambellara (Ra).

 

Recuperare e riutilizzare i farmaci non scaduti : ora, grazie anche al progetto  sperimentale fra Hera e Caritas Diocesana di Ravenna-Cervia  (FARMACO AMICO), questo sarà possibile. Un progetto

che favorisce un utilizzo appropriato dei farmaci, aiutando da una parte chi è più in difficoltà e dalla'altra limitando la produzione di  rifiuti. I farmaci  dovranno essere  in corso di validità e potranno essere depositati in appositi raccoglitori nelle farmacie o presso la sede della Caritas di Ravenna.

I farmaci raccolti poi, verranno lavorati da un gruppo di volontari, e usati in progetti che la Caritas segue all'estero, perché al momento la legge italiana non consente il riutilizzo delle medicine sul nostro territorio. In particolare verranno inviate  alla Caritas di Bucarest, e distribuiti dalla loro farmacia sociale, sotto il diretto controllo medico a persone indigenti che non hanno possibilità di acquistarle.

Le  medicine potranno comunque essere  inviate  in altri Paesi su precise richieste.

I principi attivi più richiesti sono: antibiotici, vitamine,mucolitici, dermatologici (creme).

Nel circuito del riutilizzo dovranno essere inseriti solo  farmaci  in corso di validità in perfetto stato di conservazione con la scadenza perfettamente leggibile.

Gruppo volontari Farmaci